Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova

Dalla Fantasia Alla Tecnologia

A cura di Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova

I visitatori saranno guidati tra alcuni risultati dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova. Scenari fantascientifici possono diventare reali grazie all’immaginazione di chi oggi realizza soluzioni tecnologiche ai problemi che una persona può affrontare, a partire dalla necessità di interagire con il mondo superando condizioni di disabilità. I dispositivi presenti: sistemi ludici controllabili con gli occhi e con la mente (realizzati anche in collaborazione con gli studenti dell’ITIS Delpozzo di Cuneo) e la mano bionica HANNES (frutto della collaborazione tra IIT e INAIL).

Il laboratorio è organizzato da Giacinto Barresi e Lorenzo Lombardi di Rehab Technologies, laboratorio congiunto INAIL-IIT.

L’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) è finanziato dallo Stato per condurre ricerche scientifiche nell’interesse pubblico, al fine di promuovere lo sviluppo tecnologico del Paese. IIT lavora sotto la supervisione del Ministero dell’Economia e delle Finanze e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Più specificamente, IIT mira a promuovere l’eccellenza nella ricerca di base e applicata e a promuovere lo sviluppo dell’economia nazionale. La costruzione dei laboratori dell’IIT è iniziata nel 2006 e si è conclusa nel 2009, per quanto l’ampliamento dell’istituto continui tutt’oggi su impulso di nuove progettualità. Il personale totale dell’IIT è composto da 1758 persone provenienti da più di 60 paesi. L’età media è di 35 anni e il 42% del personale è composto da donne. Il personale scientifico costituisce l’80% di quello complessivo. Oltre il 50% del personale scientifico proviene dall’estero: il 33% è costituito da stranieri e il 18% sono Italiani tornati dall’estero. Oggi, il personale scientifico è composto da: 7% di ricercatori principali, 11% di ricercatori e tecnologi, 40% di postdoc, 42% di dottorandi. Ad oggi (Aprile 2020), la produzione di IIT comprende più di 14000 pubblicazioni, oltre 200 progetti europei e più di 40 progetti ERC (del Consiglio Europeo della Ricerca), più di 900 domande di brevetto attive, 23 start-up consolidate e più di 40 in avvio. Dal 2009, l’attività scientifica dell’Istituto è stata ulteriormente rafforzata con la creazione di: laboratori centrali di ricerca (una rete di 4 hub) a Genova; 11 centri di ricerca IIT in Italia (a Torino, due a Milano, Trento, Roma, due a Pisa, Napoli, Lecce, Ferrara e Venezia); 2 outstation situate all’estero (MIT e Harvard negli Stati Uniti).

 


Fascia d’età: scuole superiori e università

 

BASILICA AEMILIA/ AULA ARANCIO

giovedì 5 novembre dalle ore 9.45 alle ore 10.30 e dalle ore 10.45 alle ore 11.30